Diffide >> POR Calabria FERST 2007/2013 – Asse IV Inclusione sociale OB.SP. 4.4.2 – Asse VIII Città OB. SP. 8.1.2 “Progetto per la creazione di una rete di accoglienza abitativa e di inclusione sociale nelle aree urbane per i lavoratori immigrati e le loro famiglie”
 
Scarica qui la nota in pdf

Catanzaro, lì 08/01/2014                                                                                  Prot. n. 029/2014/OUT
 
 

Al sig. Sindaco
del Comune di Rosarno
Viale della Pace
89025 Rosarno (RC)
 
Arch. Luciano Antonio Macrì
Responsabile Ufficio Tecnico Lavori Pubblici
Comune di Rosarno
Viale della Pace
89025 Rosarno (RC)
 
AVCP
Autorità per la Vigilanza e controlli sui
contratti pubblici di lavori, servizi e forniture
Via di Ripetta 246
00183 Roma
 
SUA – Regione Calabria
Osservatorio Regionale Contratti pubblici
Via Cosenza 3 A
88100 Catanzaro
 
 
 
 
 
Oggetto: Osservazioni alla lettera d’invito procedura ristretta “POR Calabria FERST 2007/2013 – Asse IV Inclusione sociale OB.SP. 4.4.2 – Asse VIII Città OB. SP. 8.1.2 “Progetto per la creazione di una rete di accoglienza abitativa e di inclusione sociale nelle aree urbane per i lavoratori immigrati e le loro famiglie”. Richiesta preventivo per indagini geologiche da allegare alla progettazione preliminare.
 
Questo Ordine professionale è venuto a conoscenza della procedura adottata da codesta Stazione Appaltante, finalizzata all’affidamento delle indagini geologiche da allegare alla progettazione preliminare previste dall’art. 17 del DPR 207/10.
In particolare, prendendo visione della lettera d’invito (che si allega alla presente per le opportune valutazioni) sono state rilevate alcune gravi manchevolezze che qui di seguito vengono evidenziate:
  • E' palese l’assenza di un qualsivoglia Piano o Progetto delle indagini geognostiche, la qual cosa comporta l’impossibilità per i partecipanti alla gara di effettuare offerte che siano in qualche maniera confrontabili tra di loro. Non è infatti riportato né la tipologia d’indagine e/o prova da eseguire, né il loro numero, né la profondità massima da investigare, rendendo, peraltro, poco chiaro anche quale sia la figura che si assume la responsabilità della scelta del tipo d’indagine e della sua ubicazione. Pertanto, al fine di non creare disparità tra i partecipanti in sede di gara, sarebbe stato necessario specificare il numero e la tipologia delle indagini geognostiche e delle prove di laboratorio e la stima presunta dei loro costi (Deliberazione A.V.LL.PP. R/716 del 7/12/2000 e determinazione A.V.LL.PP. n. 19/2000), riportati in un apposito Progetto delle indagini geognostiche.
  • Risulta estremamente ridotto il tempo previsto per la presentazione dell'offerta (2 giorni), che, di certo, anche per le considerazioni precedentemente esposte, rende molto difficoltoso formulare un preventivo di spesa congruo.
Non si può sottacere sul fatto che, nel recente passato, questo Ordine ha già evidenziato al Comune di Rosarno alcune criticità nella procedure di affidamento di incarichi professionali relativi a studi geologici e che, come confermato dalla presente, queste sono state puntualmente ignorate.
Per tale motivo si invitano le SS.VV., ognuno per le proprie competenze, a mettere in campo tutte le iniziative necessarie affinché tali episodi non vengano più ripetuti.
Per quanto sopra esposto, qualora la Stazione Appaltante intendesse perpetrare tali comportamenti, questo Ordine attiverà ogni iniziativa, anche legale, per il diritto-dovere di tutela della professione di geologo.
Distinti saluti.
 



IL PRESIDENTE
Dott. Francesco Fragale
IL SEGRETARIO
Dott.ssa Maria Ombres
 
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Cliccando su OK , accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. +Info